Scheda film

Doble Forza. Re:centering Periphery 01. Alamar. Cuba

Sinossi

Alamar è una nuova città costruita alla periferia dell’Avana negli anni ’70 con rudimentali tecnologie di prefabbricazione ereditate dai sovietici. È stata realizzata da squadre di autocostruzione composte da 32 cittadini, le cosiddette «microbrigadas»: un sistema che non ha influito solo sul modo in cui è stato modificato l’ambiente fisico, ma anche sul tessuto sociale formatosi di conseguenza.

Oggi Alamar ha una popolazione di circa centomila abitanti. Il film documenta la vita che ha luogo nello spazio pubblico tra palazzi anonimi, dove, attraverso la riappropriazione di lotti trascurati, lo svolgersi dei rapporti sociali testimonia vantaggi e difetti del processo partecipativo di costruzione. È un diario di viaggio, l’esperienza personale fa emergerere utopie e risultati di precise logiche urbanistiche e politiche.

Dal nostro archivio

Il paese dei bronzi

di
Italia, 2010 (41 min)

Riace, Locride. Famoso per il ritrovamento dei Bronzi nel 1972. Nel 1998 nello stesso mare approda...

L’estate vola

di
Italia, 2000 (18 min)

Milano. Estate. Tra i muri e gli occhi di chi dimentica, si aggira uno sguardo che non ha scelto...

Profughi a Cinecittà

di
Italia, 2012 (52 min)

Il film racconta la trasformazione subita da Cinecittà negli anni che vanno dal 1943 al 1950,...

Il muro e la bambina

di
Italia/Francia, 2013 (55 min)

L’autrice parte per un viaggio alla (ri)scoperta di quei territori comuni alla sua memoria e a...

© Università degli Studi di Milano 2021