Scheda film

My private zoo

Sinossi

Anele è un artista disoccupato, dall'indole schiva e solitaria che vive a Langa, la più antica township sudafricana.
Qui il passato regime dell'apartheid ha lasciato tracce indelebili e Anele, guardiano di quelle memorie, non ha mai smesso di raccogliere testimonianze, archiviare immagini e documentare aspetti della cultura tradizionale del suo popolo di appartenenza (Xhosa). Nella sensibilità comune della township la condizione “post-apartheid”' è uno slogan vuoto di significato capace di evocare ancora i fantasmi del passato e confondere pericolosamente i sentimenti di speranza con quelli della rabbia mai sopita.
Come in un viaggio nella sua esistenza quotidiana, lentamente scopriamo il mondo di Anele, le spinte contrarie tra attaccamento alla sua township e la frustrazione di vivere in un luogo così povero e svantaggiato. A salvarlo però, c'è sempre la sua dimensione di fotografo visionario capace di trasformare la realtà in un flusso d'immagini in bianco e nero suonate come note di una rhapsody in black.

Dal nostro archivio

Doble Forza. Re:centering Periphery 01. Alamar. Cuba

di
Italia, 2008 (30 min)

Alamar è una nuova città costruita alla periferia dell’Avana negli anni ’70 con rudimentali...

Heaven Will Protect the Working Girl

di e e
Stati Uniti, 1993 (30 min)

An unexpected friendship between two Italian and Jewish immigrant girls provides the backdrop for...

Trasformazioni Urbane / Orto Diffuso

di
Italia, 2012 (10 min)

Il film è frutto di un reportage alla scoperta dei giardini comunitari europei, una nuova forma di...

Il sorriso del capo

di
Italia, 2011 (75 min)

Attraverso le immagini e i suoni originali dei materiali dell’Archivio Luce, si sviluppa una...

© Università degli Studi di Milano 2013